decisoni importanti prese in Puglia/2

Finché nel mondo esisteranno la focaccia con i pomodorini e i taralli alla cipolla la magrezza resterà solo un’utopia.

Per limitare i danni potrei rifugiarmi in un centro benessere dove depurarmi con infusi e centrifughe, farmi spalmare di fanghi e sali del Mar Morto, massaggiare con oli ayurvedici, nutrire con verdure biologiche al vapore.

Sì, ho deciso: domani vado in un centro benessere, intanto ‘spetta che finisco i taralli che sprecare il cibo è una cosa brutta.

decisioni importanti prese in Puglia

In una prossima vita voglio nascere ulivo, e crescere vicino a un muretto a secco; mescolare di tanto in tanto  le mie foglie con quelle di un mandorlo, con cui condividere un destino comune.
Diventare vecchio e nodoso, sopravvivere all’uomo che mi ha piantato e ai suoi figli, e ai figli dei suoi figli, dopo avergli regalato pace, ombra di verde e argento, aperitivi e intingoli.
Ricordarmi sempre di aggrapparmi con le radici alla terra e morire soddisfatto dei frutti che ho dato.

Oppure voglio essere papavero e incarnare per un giorno solo tutta la bellezza e la fragilità dell’universo.

Però propendo più per aperitivi e intingoli: forse manco di poesia.