il giro del mondo a km 0

Tante mani indaffarate intorno a un tavolo mi fanno sempre lo stesso effetto: che siano i tortellini di Natale o i tarallini del Pasta Madre Day, intrecciati da tante dita in molti modi diversi, e sgraziati e buffi visti tutti in fila su un vassoio, a me sembra che siano perfetti così e senz’altro più buoni perché conditi dalle chiacchiere e lievitati dalle risa.

Barattolini che arrivano vuoti e partono pieni diventano bastimenti carichi di spezie; scatole di dolcetti che vanno e vengono, forzieri ricolmi di tesori segreti. A volte mi sembra che una cucina possa diventare un mondo e un pomeriggio un viaggio per cui partire in compagnia.

Annunci