bambinoterapia

Archiviata, malvolentieri, almeno emotivamente l’esigenza di un terzo figlio, resta la mia fortuna oggettiva, quella di essere zia di bambino sotto i tre anni che ogni tanto c’è necessità di accudire, passeggiare, addormentare. Una cosa che chi non ha figli forse non sa che bellezza sia.
Nella luce di questa mattina in cui nulla avrebbe lasciato pensare che nubi atomiche, missili terra-terra, bombe di dubbia intelligenza potessero scalfire la nostra tranquillità, mi sono goduta la pace del silenzio interrotto da squittii di gioia olofrasica di fronte a un campo di margheritine prima, a una schiera di pecore, asini e capre poi.

Mi son goduta anche un abbraccio di gratitudine e un bacio schietto e ho capito che anche stavolta il mondo non avrà fine.

Annunci