pensierino: la mia famiglia

Oggi a casa mia c’è una ricorrenza: un compleanno.

Non ci stavo neanche veramente pensando, ma si è materializzata nella mia testa questa realtà che esistono persone con cui non hai alcun legame di sangue e con cui non convivi e che però, quando dici “festeggiamo in famiglia”, sono automaticamente incluse nel tuo gruppo affettivo di casa.

(ok, l’italiano è migliorabile, ma il concetto era quello)

Annunci

di capelli d’angelo o catene

Facciamo che io ero il foglio e tu la corda. Io e te facevamo un legame: un legame stretto o lasco, solido o effimero, evidente o invisibile. Facciamo che tu lasciavi la tua impronta su di me, leggera come una conversazione virtuale o profonda come una scopata senza ritegno. Facciamo che poi in certi casi tu non c’eri più ma mi restavi dentro, incastonato come un diamante e più concreto di un ricordo.

Il segno che mi hai lasciato mi ha fatta come sono, in una pagina di quelle che compongono il mio libro.

In lavorazione (untitled yet):

fettuccia piatta

fettuccia piatta

rete di nylon

rete di nylon

filo di carta spinato intruso

filo di carta spinato intruso