il primo dell’anno*

2014-01-01 09.05.01

Se il buongiorno si vede dal mattino e il buon mattino si vede della brioche io ho iniziato l’anno nel migliore dei modi, facendo i croissants verso mezzanotte e mezza tra una chiacchiera e l’altra e svegliandomi dopo cinque ore di sonno per controllarne la lievitazione e cuocerli. Chi mi conosce sa che cinque ore di sonno per me sono appena appena un pisolino, ma ne sono uscite delle meraviglie del creato che raddrizzerebbero l’anno a chiunque ed è per questo che li trasformo in augurio simbolico per me stessa e per voi.

Che sia un anno pieno di fatiche soddisfacenti e di dolcezza mai stucchevole.
Se poi volete venire a colazione a casa mia, vi aspetto. Però fate presto perché non so quanto durano.

*impasto (ça va sans dire)

Annunci