“fidati”

Riconosco in te la mia stessa fatica di dire e mi sforzo di non mostrartela, fingendo che siano indolori le parole.
Ti strappo dalla lingua pensieri che non vuoi ammettere o non sai riconoscere, o che vorresti in te eternamente muti.

Ricordo senza rimpiangere, e piango per te ogni lacrima che esce dai tuoi occhi.

Scusa.

2 thoughts on ““fidati”

  1. (So che *non* dovrei aggiungere nulla: solo che ci sono parole che è come se scalfissero qualcosa sul cuore, qualcosa di vissuto, abitato o intuito e immaginato, e che ti fanno sentire una specie di commozione bella anche se sai che non è non indolore. Non so se si capisce ciò che intendo ma, ecco, te lo scrivo lo stesso.)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...