mezzo. E mezzo no

Oggi ho visto un tizio, mezzo tossico mezzo punkabbestia, i capelli mezzi rasati e mezzi rasta: brutto, sporco e dallo sguardo malato.

Mentre camminava, con un gesto meccanico, ha buttato una carta nel cestino: ho notato il gesto ancora prima di accorgermi del cestino.

Quello che ho pensato è che per quanto scegli, o ti capiti, di  vivere come un  mezzo disgraziato, nei gesti sovrappensiero esce l’educazione che hai ricevuto.

Annunci

4 thoughts on “mezzo. E mezzo no

  1. Quell’educazione sempre più rara nei bambini e negli adulti di oggi… ma io sono ottimista! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...