altre vite/1

Non ero un cactus, no, son sicura, ché al cactus gli basta l’acqua del deserto, che è pochissima, quasi niente: a me no.
Non ero neanche una rosa, che se le tagli i rami lei sta bene, anzi meglio: io se mi tagli mi fai malissimo e mi passa la voglia di crescere per te.
Ero una pianta piccola che cresceva poco e forse faceva dei fiori; e che conveniva tenere un bicchierino vicino al vaso per ricordarsi di darle da bere di tanto in tanto, se no moriva.

Annunci

6 thoughts on “altre vite/1

  1. ma per forza nel regno vegetale bisogna pescare? Nel caso io ero un eucalipto con gli occhi rivolti al cielo e la testa tra le nuvole…
    nel regno animale, un cavallo, un cavallo da corsa, su questo non ci piove, c’ho pure il nome.

  2. Chiara, posso provare a fare questo esercizio anch’io sul blog? Magari, come è successo dal Many, torno a scrivere un po’ (e adesso ci penso su…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...