del prato all’inglese come metafora di quel che vi pare

È la terza primavera di questo giardino. Oggi ho guardato l’erba, che sarebbe decisamente da tagliare: la bella stagione è arrivata prepotente, quest’anno, e in dieci giorni la crescita è stata rigogliosa.
Una cosa che risulta molto evidente nel mio giardino è che in tre anni l’erbetta, che all’atto della semina era di una qualità scelta con consapevolezza, un’erba bella verde e calpestabile abbastanza, resistente agli inverni freschetti e alle estati calde, si è imbastardita con mille altre specie di piante erbacee, con o senza fiori, con foglie lunghe o tondeggianti, puntute o zigrinate ; gramigne, pratoline, tarassaco, trifoglio e quant’altro.
Se il giardiniere Maurizio, colui che all’epoca seminò erba e piantò siepi, arrivasse oggi, lo prenderebbe come un affronto, come il segno che non ci siamo presi cura a dovere del (suo, nostro) giardino. Proporrebbe una specie di pulizia etnica sotto forma di disseccante/diserbante per ripristinare la purezza della razza erbacea e l’aspetto pulito e ordinato che ogni praticello che si rispetti dovrebbe avere.

Invece io stranamente, lungi dall’essere infastidita dall’imbastardimento, ne vado quasi fiera. Mi sembra che sia nella natura dell’erba mescolarsi con le altre erbe, che sia nella giustezza delle cose che il vento porti semi, che gli insetti mescolino pollini, che il giardino muti di giorno in giorno e di anno in anno e che noi non abbiamo il potere né l’interesse di fermare il cambiamento. Allora si strappano le erbacce troppo soffocanti cercando di contenerne l’invadenza, si va di tagliaerba ogni volta che si deve per tenere a bada la crescita; l’imbastardimento è anche fatica ma va accettato per quel che è: ciò che rende il giardino una cosa viva e striata di tanti tipi di verde punteggiato di fiori piccoli tra cui nasconderti, se sei insetto; pisciare, se sei cane; riposare gli occhi, se sei uomo.

6 thoughts on “del prato all’inglese come metafora di quel che vi pare

  1. E se, fra l’altro, ci lasci i fiori fai un gran piacere alle api nostre amiche.

  2. Pingback: Placida Signora » Blog Archive » Placide Segnalazio’: Cose belle scritte nei blog da gente bella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...