diciassette

Probabilmente sono l’unica al mondo che compie gli anni per due giorni di fila: uno è il giorno che risulta dai miei documenti, quello che è stato per anni il mio compleanno; l’altro è il mio giorno di nascita vero, e quello che ho scelto come compleanno autentico.

Il fatto è che mi hanno sempre festeggiata il 18 per pura superstizione: mia nonna diceva che il 17 porta male e al momento della mia nascita, alle 23.59 del 17, appunto, mia madre scelse per me un numero innocuo.
Onestamente, non posso dire di averlo sentito mai veramente mio, il 18. Prima di tutto perché i numeri pari a me non son mai piaciuti; poi perché quel numero lì in particolare, così divisibile, non mi assomigliava per niente. Il 17, vuoi mettere? Un numero che ha l’aria poco socievole e a cui non interessa essere come gli altri a tutti i costi, che sta bene nella sua inequivocabile individualità.

Io nella mia vita mi son sempre sentita un diciassette.

 

 

15 thoughts on “diciassette

  1. oh be’, auguri (la certezza dell’orario è sorprendente, a me hanno sempre detto quarto d’ora più quarto d’ora meno)

  2. Voi nati ad un minuto a mezzanotte avete proprio qualcosa che vi distingue, quel “non essere come gli altri a tutti i costi”… già, proprio così.
    Sarà che una così, in miniatura, ce l’ho in casa ed è una gioia averla.
    Auguri Chiara!

  3. Chiara nata il diciassette
    pensieri larghi parole strette
    Chiara rinata il diciotto
    di ghiaccio sopra, di fuoco sotto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...