cose di letto

Io, una cosa che so fare bene, delle pochissime cose che so fare bene, è dormire.
So dormire ovunque e in qualunque momento. Una volta, me lo ricordo, ho dormito sui sassi, e non come si dice di solito, “potrei dormire anche sui sassi”: io ho dormito letteralmente sulla pietra, in una notte di stelle cadenti che non me la scorderò mai più perché di così belle e così tante, stelle cadenti, nella mia vita, non mi è più successo di vederne.

Adesso forse sui sassi non mi riuscirebbe più, di dormirci. Sarà l’età.
Però l’altra mia caratteristica, quella di dormire in qualunque momento, è ancora una prerogativa di cui sono molto orgogliosa, perché dormire, contrariamente a quello che si dice, non è affatto una perdita di tempo.
Soprattutto, secondo me, dipende da come lo riempi, quel tempo lì, e io lo so riempire bene. Faccio sogni che poi cerco di capire da dove vengano: quasi mai ci riesco. Son sogni strani, veloci, pieni di gente e di parole. A me quei sogni lì piacciono, mi sembra che facciano parte della mia vita, e che quindi quelle ore, passate a sognarli, siano tra le più proficue della mia giornata.
Mi capita, anche, per via di questa mia innata predilezione per il sonno, di usare il letto come medicina, e io che ho questi appuntamenti frequenti con l’emicrania piombo spesso in una sorta di catalessi in cui mi illudo di star bene: in quei casi lì, svegliarsi è una delusione.

Oggi pomeriggio, in uno di quei momenti in cui la testa mi rimbombava e gli occhi credevano di vedere cose che non c’erano, mi sono addormentata, ma addormentata così forte che quando mi sono svegliata ho fatto un salto, mentre mi rendevo conto che avrei rischiato di dimenticare a scuola uno dei miei figli.
Forse sarebbe meglio che imparassi a dormire un po’ più piano, il pomeriggio.

4 thoughts on “cose di letto

  1. io, quando studiavo, vivevo il sonno pomeridiano con un vago (neanche tanto) senso di colpa… adesso mi capita di rado di addormentarmi di pomeriggio e quando succede è una piccola goduria, sì… (peccato solo che al risveglio non so chi sono, dove sono, che ci faccio qui ecc. ecc.)

  2. @mistro: bisogna esserci portati, per i sogni belli. Io lo sono.
    @splendido: io mi sono addormentata che uno mi grattava la testa
    @Laura: sensi di colpa, io, raramente🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...