€ 2,39 (mi par di ricordare)

Se sei piemontese e quando eri piccolo tua nonna ti ha cresciuto a pane e crema gianduja fatta con le nocciole raccolte dietro casa, adesso forse puoi anche smettere di leggere.
Io voglio parlare di una cosa che non ha nulla a che vedere con il cioccolato spalmoso fatto in casa, e nemmeno con le prelibatezze di nicchia dal costo esorbitante che compri nelle migliori pasticcerie del regno. Questo qua è un posto modesto, buono per la delizia da grande distribuzione, roba che chiunque possa trovare al supermercato sotto casa. E oggi è tempo di pubblicità spudorata. Gratuita. Perché mi va. Perché non vedo perché no. In ogni caso l’argomento è quello: le nocciole e il cioccolato.

Chiunque abbia un cuore e le papille gustative inclini all’apprezzamento dei sapori dolci avrà prima o poi, nella vita, in un momento di tristezza, di solitudine o di sindrome premestruale, cercato il conforto di un cucchiaino di Nutella. E ok, la Nutella va bene, aiuta.
Ma secondo me il giorno in cui scopri la crema Novi è come quando cominci a non sentirti più un bambino. Vuoi ancora le carezze, ma cerchi quelle della morosa: la mamma la saluti con un sorriso e ti lasci sfiorare da un bacio ogni tanto, ma le sue coccole non le cerchi più. La crema Novi è per quando cambia qualcosa nel tuo orizzonte, per quando sei pronto a capire che la dolcezza, da sola, non basta: ci vuole equilibrio.
Il bicchierino di crema Novi vale la pena di aprirlo quando te lo puoi permettere. Quando sei sicuro di poter affondare il cucchiaino spogliandoti di tutti i tuoi sensi di colpa, e raccogliere il cioccolato con la lingua e farlo rotolare sul palato respirando con il naso per sentire il profumo della nocciola che abbraccia il cioccolato.
Il bicchierino di crema Novi è piccolo: troppo. Io penso che lo facciano apposta, piccolo: perché così, in certi momenti, puoi anche mangiartelo tutto, in silenzio, quando te lo puoi permettere ed è stata una giornata molto dura; o quando vuoi godere molto, e basta.

Annunci

25 thoughts on “€ 2,39 (mi par di ricordare)

  1. non so di cosa stiate parlando tutte e due ma non è che vi voglio tanto bene in un momento così cupo come questo che sto passando da lunedì 🙂

  2. Pingback: Elogio della Crema Novi « Merciaioblog Weblog

  3. messaggio promozionale:Nutella tutti i giorni ! è logico finche mi va,indiscutibile caposaldo.

  4. @trabucco: quella non la conosco (ma comunque non la trovi al super quindi non conterebbe). Sul fatto che la Nutella vinca con tutti… ehm… mi sa che non son d’accordo: si vede che tu sei bimbo dentro, ancora 😆

  5. @scritto: ciaocrem? mi chiudo le orecchie e canto lalalalalalala (il ciaocrem quando mai l’ha visto, il cioccolato? 😉 )

  6. beh io ho letto lo stesso che se non leggo la chiara mi vengono i brufoli. Io la crema novi mai la assagiai. Per questo forse che ancora a 43 non sono maturata e faccio la studenta?

  7. ciaocrem improponibile…. io, quando arrivo a 48 chili sarò anche alta, con gli occhi azzurri, le tette piccole e parlerò polacco

  8. Sono capitata qui per caso e ho letto questo post. Sono piemontese, vado matta per le nocciole, ho un debole per il cioccolato, figurati quando sono insieme. Adesso non vedo l’ora di provarla. Però tu fai una prova con la crema cioccolato e nocciole della Venchi, poi fammi sapere 🙂

  9. La crema Novi immagine del piacere adulto, maturo, accessibile.
    L’equilibro del sapore, pronto ad appagare –abbinato al profumo- la ricerca di sfumature, di varietà, di “larga” soddisfazione, diventa quasi una versione praticabile della ricerca –perlopiù inesausta- di completezza che segna i nostri percorsi.
    E l’accessibilità, nel senso prosaico dell’acquisto, pone questo piacere in una dimensione etica e democratica, rafforzando ancora la sua misura adulta ed equilibrata.
    Bel pezzo davvero questo tuo, elegante, misurato e fantasioso, capace di trasmettere ricordo o curiosità. Come la crema Novi, il passeggiare lento, le belle parole lette, scritte, dette; come tutti i piacevoli ingredienti che, opportunamente misurati, fanno dei nostri spazi, dei nostri tempi, attimi di delizia tendenti alla completezza.
    E sappiamo, in giorni dai sapori aspri ed aggressivi, quanto ce ne sia bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...