bisogna farlo di pomeriggio

Il sesso, in effetti, è un po’ come la scrittura: ci sono giorni in cui ne hai voglia, giorni in cui non ne hai, giorni in cui ne avresti voglia se trovassi il momento, la concentrazione, la collocazione appropriata.

La donna, in quanto essere squisitamente in balia degli eventi naturali, delle fasi lunari, dei ritmi circadiani, la sera è portata ad accasciarsi in uno stato prossimo all’atarassia o al catatonismo, da cui è arduo distoglierla; l’uomo, non si sa come, è sveglio come un grillo e non si capacita dello scarso o nullo interesse che la sua donna dimostra di fronte alle sue avances amorose.
Questo perché il momento, la concentrazione, la collocazione ideali (per il sesso, non per la scrittura) secondo me si trovano di pomeriggio.

 Mi direte che è un po’ poco per risolvere i problemi del mondo. Dipende dai punti di vista: se partiamo dal presupposto che tutti gli uomini si lamentano, si son lamentati o si lamenteranno, presto o tardi, per la scarsa disponibilità erotica delle loro consorti, compagne o fidanzate di lungo corso, allora la soluzione di questo dramma dell’incomunicabilità potrebbe rivelarsi rivoluzionaria.

 Mi direte che si fa presto a dire pomeriggio, ma le persone normali di pomeriggio lavorano. Lo so: se non si ha la fortuna di orari flessibili e segretarie collaborative è necessario approfittare del fine settimana; nel qual caso il pomeriggio può anche acquistare una durata più che dignitosa, contrariamente al resto della settimana.

 Mi direte che ci sono degli impedimenti sotto forma di figli che di pomeriggio hanno la pessima abitudine di girare per casa. A questo proposito ho deciso che la playstation, il computer, la televisione, i cugini e, in misura minore ma comunque significativa, i compiti per le vacanze sono stati inventati allo scopo di distrarre la prole per il tempo necessario affinché i genitori abbiano la possibilità, previo barricamento in camera da letto, di svolgere i loro amorosi impegni.

 

P1020699Io ve lo dico: funziona molto meglio, di pomeriggio.

 Soprattutto se si dispone di un cartellino sulla porta come il mio (fatto da Lorenzo per la festa della mamma, ma perfetto per l’occasione)

 

12 thoughts on “bisogna farlo di pomeriggio

  1. bellissimo il cartello….
    ma i rumori???
    la playstation almeno ha il volume….

    ciao dalla Froggy

    …a me mi piace di più la mattina….

  2. @sig: sopra un rovente letto storto? (non mi veniva un’altra rima) AhahAhah!😆

    @froggy: io la mattina ho la pressione bassa
    (per i rumori si fa piano, per forza)

  3. si, si il pomeriggio, meglio se dopo la pennica, in un assolato e silenzioso pomeriggio estivo è una cosa fantastica! io ci sono rimasta incinta di una meravigliosa creatura!!!

    … già … poi le meravigliose creature crescono .. girano per casa … a meno che non si riesca a stancarle così tanto di giorno e farle mangiare così tanto a pranzo che cadono in perfetta catalessi, tipo orso in letargo!

    cmq è sorprendente la capacità di essere perfettamente concentrati sui movimenti dei figli davanti la play e completamente abbandonati al sollazzo!!!

  4. Brava Chiaratiz, anch’io sono della combriccola : nonsolodinotte.
    E che vogliamo dire del mattino ?
    A, si dovrei provare a consigliarlo a Sid, che non ci capisce più niente con il “running” ( chissa se è scritto giusto ) alle sei del mattino e mi ha detto che mi vuole sposare sugli splendidi, ed io sono un timido e mi vergogno a dirglielo direttamente, perchè chissà cosa pensa di me.

  5. Il dramma dell’incomunicabilitàà c’è, e ne vediamo i frutti ogni giorno sotto i nostri occhi.
    E’ vero, la siesta pomeridiana è un bel momento, ma la società è strutturata male e non te lo permette, nè tu, uomo, nè tu, donna.
    In pratica, le famose crisi familiari e sessuali di cui tanto si parla e riparla, non che una malattia indotta, indotta dalla società, che ci vorrebbe come macchine e non come esseri umani.
    Capita spesso, oggi come oggi, che anche un uomo si rifiuti alla sua compagna, perchè privo di ogni energia, esausto.
    ….
    E’ un discorso ampio e complesso, la cui soluzione è difficile.
    Fortunate quelle coppie, i cui ritmi di vita permettono una sopravvivenza di vita privata.

    Dolce giornata.

  6. io sarei una notturna però i pomeriggi quelli d’estate quelli che si suda solo a stare sdraiati a letto ecco… quei pomeriggi lì son bellissimi e non mi capitano da troppo tempo. (tristezza infinita di una tristezza infinitissima) 😀

    LOL

  7. @sig: lo Splendido ‘ste cose qua da me non le commenta😉

    @lape: i miei se gli dici non disturbateci che dormiamo fanno finta di crederci e non disturbano

    @mat: la sid si scandalizza di rado🙂

    @Ivano: il giorno che mio marito si nega potrei avere una crisi di identità

    @sid: non disperare😀

  8. fare all'”ammore” è un piacere da condividere con proprio partner e certo che tutti questi problemi che hai elencato fanno effettivamente passare la voglia. Sarà perchè sono uomo, ma io preferisco ad esempio fare una sorta di fuga, andare in un hotel, lontano da tutti e passare tutta la giornata a….ci siamo capiti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...