because Jellicles can and Jellicles do/2

Mia sorella è in vacanza  e mi ha chiesto se ogni tanto posso andare a casa sua a controllare gli animali.

Mia sorella ha due gatte, Olga e Fosca, che se non fosse che di aspetto si somigliano – due orecchiette puntute, la coda lunga, quattro zampe, molto pelo, le vibrisse etc… – diresti che sono due esseri geneticamente del tutto dissimili. Una scende zompettando dalle scale appena si accorge che stai aprendo la porta; l’altra entra con un balzo dalla finestra appena sente il rumore dei croccantini. Una ti accoglie strusciandosi sui tuoi piedi e aspetta i due minuti canonici di carezze prima di dedicarsi al cibo; l’altra si fionda sulla ciotola senza degnarti di uno sguardo. Una, puntualmente, dopo aver mangiato un po’ torna da te per la seconda dose di coccole e si sdraia sul tappeto facendo le fusa mentre le gratti la pancia, prima di tornare a sfamarsi del tutto; l’altra com’è entrata se ne va senza salutare appena ha finito la sua razione.

A me ovviamente Olga piace di più. Oggi mentre ci facevamo le feste a vicenda ho pensato che i gatti sono come gli umani, ognuno ha il suo carattere, la sua sensibilità e anche le sue simpatie. Io e Olga ci siamo simpatiche. Ho pensato anche che questa cosa mi ricorda mio marito quando torna a casa per pranzo e, mentre io sto mescolando qualche intruglio nella pentola, passandomi vicino mi dà un bacio sul collo, come se il suo primo pensiero fossi io, e non la pentola. Per dire.

14 thoughts on “because Jellicles can and Jellicles do/2

  1. C’è tutta una letteratura sulla donan che cucina e l’uomo che le si avvicina di soppiatto… vabbe’, c’è solo nella mia testa, ma dai, va bene…

  2. non so cos’ho in questo momento ma non riesco a ragionare di niente. ciò la testa un po’ in palla tipo quando ti succede una cosa che ti cambia propissimo la giornata. boh! insomma, cose così che ti gonfian la testa a palla e non riesci a commentare un post anche se il post è della splendida.🙂

  3. a me l’idea del bacio e della nasata, mi fa venir in mente che ci potrei scrivere sopra un racconto. Caspita, siete pericolosi😀

  4. Arrivo qui saltando di blog in blog e non mi ricordo neanche più da dove.
    Inizio a leggere, poi trovo un post così e… mi sento un pochino a casa… complice il mio Capitan Giulietti che passa sulla tastiera e mi dà un colpetto col muso🙂
    Felice di averti trovata!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...