bisogna educarli da piccoli

E poi ci fu, quindici anni orsono, la prima notte di nozze. Ne vogliamo parlare?

La prima notte di nozze, una volta, secondo me aveva il suo bel perché: dopo che avevi passato mesi o anche anni a guardarti da lontano e a sfiorarti le mani di nascosto, nei giorni in cui i genitori si scordavano di sguinzagliarti dietro orde di fratelli più piccoli, ti trovavi finalmente a casa tua e fuori tutti; tu e lui e insomma, improvvisamente soli, capisco che non si potesse attendere un minuto di più.

 Noi dopo quella giornata lì, quando ci siamo trovati da soli, è stato per scoprire che avevamo una tenda al posto del letto, e io non so se fosse perché ero stanca morta, ma pur di non fare la fatica di smontare la tenda e rimettere il materasso giuro che se la temperatura non avesse sfiorato i 2000° ci avrei dormito dentro. Insomma dopo tutta la giornata di emozioni e amici e mal di stomaco (ché io ero agitata forte, l’ho già detto) e smonta la tenda, finalmente avevamo un letto e credo che dopo un microsecondo il mio novello sposo abbia capito che dormivo. Va detto che la mia intenzione era appunto quella di mettere la testa sul cuscino e svenire tra le braccia di Morfeo. Anche perché, diciamocelo, nei nove anni precedenti noi non è che ci fossimo sfiorati le mani di nascosto e quindi onestamente la mia priorità in quel momento era il sonno.

 Epperò gli uomini voi li conoscete. Nel cuore della notte sento quello che dorme impunemente nel mio letto che mi importuna ripetutamente fino a svegliarmi. È la nostra prima notte di nozze, dice, non vorrai mica dormire tutto il tempo?

Beh, quella notte credo di avergli fatto il più grande cazziatone della mia vita.

13 thoughts on “bisogna educarli da piccoli

  1. io vi amo a voi due
    non so come ho potuto vivere senza di voi fino ad adesso
    in effetti mi domando di più come abbiate potuto VOI vivere senza il mio piccolo, tenero, fantastico IO fino ad adesso🙂

  2. e comunque Chiara, temo che lo splendido avesse ragione… è cosa nota che escutere lo ius primae noctis quale remedium concupiscentiae è doveroso se non quasi necessario.
    lo san tutti lo sanno.

  3. … e poi “dai, è la prima notte di nozze, FAMOLO!”, è una scusa come un’altra per fare sesso, per un uomo… se non funziona se ne inventa unììaltra… tipo che se non si fa sesso al rpima notte poi viene la strega Fintasiona che ti sprimaccia le orecchie!

  4. @peppermind:
    e vogliamo parlare del terribile fantasma formaggino?
    ello è tremendo se non si ciula la prima notte di nozze?
    fa brutto dire ciula?
    no! mi sembra italiano corretto… mi sembra

  5. e in un po’ di rispetto per il mio metabolismo da bradipo, che quello aveva già avuto modo di conoscerlo, lo Splendido

  6. Ah ecco, è questa la versione ufficiale!
    Che di là è un po’ come leggere i vangeli apocrifi😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...