provare per credere

Avvertenze: Se sei uomo, ti posso abbonare il primo
Se sei anche calvo, parte dell’ultimo
Se non hai figli, il primo e il terzo.
Per il resto non transigo:
La tenda, che tenga l’acqua
Le lettere, di carta
La pizza, come si deve

 

Cose per cui la vita può avere molto senso:

Partorire
Le lettere d’amore
Tuo figlio da piccolo, la prima volta che ti abbraccia
Le persone che ti guardano negli occhi
La bellezza che si rivela nel più buio dei momenti
Parigi con un’amica
Fare l’amore in tenda quando piove
La pizza
Il mare pulito quando fa caldo
La Sicilia in primavera
L’odore della pioggia d’estate
Un bacio sulla bocca con le dita tra i capelli

 

Si accettano consigli per eventuali future sperimentazioni 

Annunci

23 thoughts on “provare per credere

  1. sono un uomo, non sono calvo (un po’ piccolino), ho due figli maschi (ormai grandi), una moglie, le lettere d’amore e di incazzatura le scrivo su carta, possibilmente con la stilografica (grafomane): non ho capito gli abbonamenti.
    belle le cose del senso della vita, anche se la prima non la so (e a Parigi con un’amica mia moglie non vuole).
    riguardo alla Sicilia in primavera? mi provoca un sintòmo (come direbbe Camilleri)
    ciao, belle le persone di normalità imbarazzante

  2. ommadonna che bello questo post!
    io mi perdo il primo ed il terzo ed in tenda non ci son mai stata.
    aggiungerei anche:
    prendersi del tempo per se facendo cose piccole

  3. @alby: volevo dire che se sei uomo puoi non tener conto di etc…
    Le lettere d’amore con la stilografica valgono doppio (mai ricevuta una: i mancini con la stilo non si trovano)
    A parigi con un amico? Che dici?

    @sid: mai stata in tenda????? No, no, no, bisogna rimediare a questa cosa qui.

    @splendido: lo so 😀

    @giarina: eh, no, non vale. Quello si chiama sopravvivere

  4. Prendo il punto 2 (ma le ho sempre scritte a macchina, non so se vale). Aggiungo le patate al forno con la maionese.

  5. @alby: allora siculo veneto, un’ottimo mélange

    @trabucco: non ho mai sentito niente di più strampalato. Né delle lettere d’amore scritte a macchina, né delle patate al forno con la maionese.
    Sei proprio uno strano ragazzo 😀

  6. Che meraviglia il tuo post… Uff, mi fai pensare che mi manca quasi tutto di quello che dici 😦 ed è un genere di consapevolezza che non mi rende proprio felice… Ecco, confido molto nel punto numero 5 in questo periodo… (E mi piacerebbe sperimentare il 7 con la persona che amo ma ma…) Devo correre ai ripari, insomma…! Sull’essere madre, è la cosa che più auguro a me stessa in assoluto 😉 Laura

  7. No no, Trabucco ha ragione. Io le più belle lettere d’amore le ho scritte al computer. Non c’è paragone.
    Con le mani la calligrafia si arrotola, le idee si confondono, sudi, sbuffi e alla fine diventa una lettera d’odio.
    La firma, quella sì, la metto con la penna.

  8. Chiara, sei pazza? non hai mai messo uno sbuffo di maionese sulle patate al forno? Guarda, ti farei un post apposta su questa meraviglia qua.

  9. @matteo: è da ieri che mi dico madonna, se matteo passa di qua poi vede che mi son scordata una cosa, nella lista. La cosa è: il profumo della sardegna. Sappiate che ci sta di diritto

    Patate al forno con maionese, no. La maionese e le patate si possono avvicinare nel mio piatto solo se la patata è lessa e fredda. Le patate al forno untuosette come devono essere non possono sopportare la compagnia di altri grassi.

    Porca miseria, anche tu con le lettere d’amore stampate. Non siete romantici per niente. La calligrafia, gli errori e le idee confuse sono il bello della lettera. Mi è venuto in mente che non conosco la tua scrittura. Ma sei mancino? Non so perché ho idea che tu sia mancino. Nel qual caso comunque non saresti scusato affatto 🙂

  10. @trabucco: bimbo mi sembrava eccessivo 😉

    @La: c’è sempre tempo, eh!

    @andrea: sì, anche quello è un bel motivo 🙂

  11. Bello quel fare l’amore a Parigi con un’amica quando piove, mangiando la pizza e mettendosi poi le dita tra i capelli.
    Però poi le lettere d’amore vengono macchiate di unto e hai poco da immergerle nel mare di Sicilia, maionese o meno.
    No, forse ho fatto confusione. rileggo…

  12. strano non ci sia nulla del tipo quello che sarebbe per me: “il primo album degli Weezer”, nulla di prettamente legato al mondo musicale.
    Ma è giusto così, ognuno ha i propri, di punti fissi, questi sono molto dolci e “condivisibili” (le virgolette perché mi sembra un po’ freddina come parola, per il significato che ha).
    E piangere all’ultima pagina di un libro
    la voce di Eddie Vedder
    il mal di pancia dal ridere
    imparare
    dimenticarsi quanto sia bello e riprovarlo di nuovo, ancora di più
    l’odore dei libri
    la marmellata di fragole con il prosciutto crudo
    i gatti piccoli che ciondolano la testa perché pesa troppo
    l’empatia che taglia il fiato
    la bellezza che vedi solo tu

    basta, scusa l’intrusione

  13. @savohead: grazie. La questione della musica la capisco, ci ho anche pensato ma poi non c’era una cosa che fosse unica e insostituibile, ovvero ognuna lo era.

    Delle tue me ne segno un paio: probabilmente non il prosciutto con la marmellata, che posso assimilare vagamente alla bresaola con le fragole, ma che non riesce ad essere un’ esperienza mistica per me: Va bene che ognuno abbia la sue, in effetti.

    La tua “intrusione” mi ha fatto piacere 🙂

  14. Parigi con una amica/o?

    E perchè no Parigi con la persona che ami?

    Per il resto, tranne il primo e il terzo, prendo tutto in blocco, Sicilia compresa in tutte le stagioni che è tanto che non rivedo.

  15. eh, arthur: Parigi l’ho sprimentata con i genitori, con gli amici, col moroso/marito, con i figli; ma con un’amica è stato speciale. Però Parigi vale anche così, da sola 🙂

    La Sicilia è bella anche d’estate ma la volta in cui ci sono capitata in aprile mi ha fatto un’impressione incredibile, sarà che non mi aspettavo quel tripudio di colore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...