Omeopatia in mp3

Sono sempre stata una per cui la vigilia è più dolce del Natale, il sabato comunque meglio della domenica, la primavera certamente più eccitante dell‘estate. Ho sempre sofferto e goduto insieme, delle attese: dei viaggi in treno tornando a casa, dei bambini per tanti ma troppo pochi mesi nella pancia, dei piccoli cambiamenti che preludono alle grandi rivoluzioni. Ho sempre pensato che l’attesa sia aspirazione, mancanza, desiderio; e che niente possa essere più desiderabile del desiderio.

Le grandi aspettative, qualche volta, vengono deluse. Qualche volta. Ma qualche volta no.

Ci sono novità che, quando arrivano, fanno bene. La musica è una di quelle. Questa musica in modo speciale; che la riconosci anche se non l’hai mai sentita prima; che ci trovi dentro pezzi di te e parole che capisci; che ti viene voglia di fartela entrare un po’ nelle ossa, ascoltandola e riascoltandola.

Lo so che forse non è proprio del tutto il mio genere; che io sono quella che si sgola ai concerti; che quando sono giù di corda ascolto roba rumorosa a tutto volume; che le canzoni un po’ malinconiche dovrebbero mettere tristezza. Tutto vero. E invece quella di Joe Barbieri è una specie di malinconia omeopatica, un rimedio contro il malumore, una carezza che fa sorridere.

Io, questa musica, l’ho aspettata, e adesso me la godo.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...