Nooo, non è la gelosiaaa!

L’altra sera mio marito rientra tardi da una cena avvolto da una nube tossica che io, per quanto addormentata, non riesco ad ignorare. Infatti, riemergendo a fatica dal mondo dei sogni, con un unico neurone sveglio deduco che un profumo di tale intensità non possa essersi appiccicato a mio marito se non con un contatto ravvicinato con qualcuna. Con lo stesso neurone mi sento formulare a voce alta una domanda brutale ma quanto mai pertinente, e cioè: ”Con chi ti sei strofinato?”

Ora, siccome lui assicura di essersi tenuto a distanza di sicurezza dalle sue amiche, e io ho alcune ottime ragioni per credergli, mi restano alcune riflessioni che rimando al giorno dopo a mente sveglia. Eccole.

Girare con un’arma chimica nella borsetta è considerato terrorismo.Impestare l’aria con effluvi maleodoranti si dice inquinamento.Impestare i mariti altrui con fragranze non richieste secondo me si chiama molestia.

Sono abbastanza sicura che la donzella in questione sia una di quelle persone che, quando devono comprarsi un profumo, hanno l’impudenza di chiederlo dolce e persistente, credendo che significhi sensuale e intrigante. Invece il risultato assomiglia piuttosto a stucchevole e invadente. Gradevole è un’altra cosa, ma parto dal presupposto che costei adori l’essenza in questione.

Se le boccette di profumo hanno una capacità limitata eppure costano un occhio della testa una ragione c’è. E’ che il profumo va usato con parsimonia, non va messo sempre e soprattutto, per carità, mai più di una volta nello stesso giorno.

Invadere col tuo odore, per quanto piacevole, una stanza intera è, né più né meno, come se ti mettessi a urlare mentre le persone conversano a bassa voce.

Se devi sedurre qualcuno, tramortirlo mi pare una mossa poco saggia. Soprattutto, se devi sedurre qualcuno, il tuo profumo dev’essere talmente discreto da indurre costui ad avvicinarsi per poterlo cogliere direttamente dalla tua pelle e non così chiassoso da spandersi per i sette metri circostanti e costringere il tapino a starti alla larga.

Quindi mi rivolgo a te, cara amica dalla vaporizzazione inconsulta: la prossima volta la boccettina lasciala a casa, una spruzzatina al mattino e poi basta. E in ogni caso, fammi il piacere, stai lontana dal mio uomo.

 

 

 

Annunci

9 thoughts on “Nooo, non è la gelosiaaa!

  1. Vengo involontariamente sbalzata su questo blog leggendo gli argomenti correlati di “splendidiquarantenni” e incuriosita dai tuoi racconti mi sorprendo divertita nel leggere questo post…
    Sei davvero una grande! Lo dico sinceramente.
    Quella fatidica sera c’ero anch’io, la maldestra del profumo ha orrendamente attentato alla vita matrimoniale di tutti i presenti maschi…e devo darti atto che questa è stata davvero una cosa poco carina…Io, per fortuna, ed anche perchè era un profumo femminile e il mio uomo dormiva tranquillamente sotto le coperte di casa sua me la sono cavata con un terribile gran mal di testa…
    Come si fa, dico io, ad impestare l’aria con un’odore così nauseante!!!…tra l’altro, come dici tu, un profumo deve essere quasi impercettibile…io li odio i profumi da donna, non riesco proprio a sopportarli…entro in una profumeria e me ne esco ogni volta con il mal di testa… vuoi mettere il profumo del budino sul fuoco?
    Scusa se mi sono intromessa, so che non c’è bisogno di rassicurarti…ma non volevo pensassi che potevamo essere noi, le amiche, a voler mettere le mani sul tuo uomo…primo perchè siamo “amiche” innanzitutto e ci verrebbe da ridere solo a pensarlo…secondo perchè abbiamo troppa stima di chi ha avuto la fortuna e la capacità di tenere la propria famiglia unita.

    Complimenti per il Blog, è proprio piacevole…
    p.s. =spero che tuo marito non se la prenda troppo dato che ho commentato il tuo blog e non il suo con la scusa di non avere tempo.
    Un abbraccio.

  2. grazie per le delucidazioni: sai, lo lascio uscire spesso e volentieri solo perchè lo penso in buone mani e mi dispiacerebbe dovergli, improvvisamente, mettere il guinzaglio 😉

  3. arthur, mi sa che io e te in questo momento stiamo facendo una sorta di gemellaggio in diretta, perché mi arrivano i tuoi commenti mentre sto girovagando da te.

    Sono gelosa solo quando mi sembra di avere un motivo. In genere per fortuna non troppo: mio marito è un tipo abbastanza rassicurante 🙂

  4. Oops… leggo adesso di questo nostro “gemellaggio”… beh, se hai girovagato da me, ti sarai anche fatta un’idea più precisa di me, visto che in “chi sono” avevi detto che non avevi capito bene chi fossi… 😉

    ‘giorno!

  5. Pingback: Nooo, non è la gelosiaaa!/2 « In the mood for writing

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...