all’istante

A me è successo più di una volta, e intendo fuori da qui, da questo mondo di felicemente disadattati, blogger e socialcazzari; mi è successo più di una volta di trovare persone a cui sentirmi legata all’istante.
Solo che in genere, fuori di qui, sono soprattutto i gesti, mai le parole, che rivelano un’affinità emotiva. Invece nel mondo dei felicemente disadattati le parole, e solo quelle, scorrono a fiumi: troppo spesso rapide, senza misura, poco pensate. Bisogna imparare a farsi strada, capire gli umori e le timidezze e distinguere: tra logorroici, poeti, esibizionisti, eremiti, finti tonti e tonti per davvero; lentamente affezionarsi alle persone  giuste. Ma senza gesti, senza sguardi, un legame di sole parole ti chiedi come sia veramente possibile.

E quando arrivano anche i gesti e gli sguardi realizzi che certe persone le cose importanti le conservano dentro agli occhi, per regalartele il giorno del primo abbraccio.

About these ads
13 commenti
  1. sid ha detto:

    io vado dicendolo da anni ma son sempre stata convinta che, in rete, chi si somiglia si piglia. e poi c’è l’amore… :)

  2. è vero, chi si somiglia si piglia

  3. secondo me però anche gli opposti si attraggono. io sono attratta dai miei opposti

  4. hound ha detto:

    :-) (senza parole)

  5. Mistro ha detto:

    Ne parlavamo giusto sabato prima che arrivassero tutti, fuori dalla rete li amici te li ritrovi, in rete li scegli per affinità.

  6. Vero, capperuolo… pensa che non ci avevo mai pensato.
    Mi sa che sono tra i veri tonti >.>

  7. Molto bella questa “istantanea” del parallelo mondo reale mondo blogger

  8. pietro ha detto:

    Se la rete a volte è anche evasione ci si trova a essere attratti verso tutto quello che ci trasmette positività,ci rassicura in qualche modo.E’ così che funziona la Pubblicità !!

  9. balibar ha detto:

    Qual è il tempo di un istante?
    Un flash? Uno dei 25 fotogrammi al secondo che occorrono ad un film per essere visto?
    Un istante e, anche se non lo sai, hai capito tutto.

  10. Grandi parole Chiara, io penso sempre che finche` non ci siano gesti e contatti le parole siano un accessorio, magari grandioso ma un accessorio.

    Il mio punto di vista e` che ci metto molto meno a vedere come sei in un’ora seduti in un bar che in una vita intera a scrivere sul blog :)

  11. eh, Lawrence, ma non è sempre così facile. Ci sono certi che un’ora seduti al bar magari non danno il meglio di sé, la prima volta, almeno

  12. gp ha detto:

    la parola è lenta. il gesto, immediato. arriva direttamente nel momento in cui nasce. e spesso resta.
    bel post. un saluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 47 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: